Pulsantiera di navigazione Home Page
Vision
Sabina Micaglio VitArmonica nasce da un ideale di armonia interiore e sociale che si rifletta in una spontanea sintonia con la natura.
Per una ecologia dell’uomo e della terra la cui sorgente sia una profonda ecologia dell’anima.

Credo nell'Autenticità perché è l'unico luogo psichico in cui si possano fare dei cambiamenti reali e concreti.
Credo nel Coraggio perché è la qualità fondamentale necessaria per permettere quella trasformazione del sentire e del pensare umani, talvolta dolorosa perché ci sospinge in uno spazio sconosciuto, solo questa qualità interiore ci permette di lanciare il cuore oltre l’ostacolo.
Credo nell'Evoluzione dell'essere umano che nasconde in sé una scintilla divina, ricchezze e potenzialità enormi tutte da scoprire, come un diamante grezzo che vada pazientemente lavorato.
Credo nell'Impegno, che è perseveranza, perché ogni essere, anche il più semplice degli organismi viventi, è immerso nel tempo, nel tempo sviluppa e dispiega le proprie qualità e…  tuttavia credo, con un salto paradossale, nell’Immediatezza dell’Illuminazione. Credo nella Santità quando i momenti di grazia in cui la Coscienza si risveglia nei lampi illuminativi vengano pazientemente orditi nelle trame della nostra quotidianità, Santità che èintegrazione col Tutto,eredità e diritto imprescindibile di ogni uomo.
Credo nell’Amore come Sorgente del creato e unica vera realtà esistente, forza propulsiva di ogni azione.
Credo nell'Altruismo come imprescindibile pratica sociale, essendo tutti parte del grande organismo di nome Gaia, una rete globale di interazioni fra viventi che abitano la nostra amataTerra.
Credo nella Creatività fonte di gioia e capacità illimitate per l’uomo di costruire un mondo migliore.
Credo nell’Entusiasmo con cui riconosciamo la Luce in noi stessi e che ci spinge verso alte mete…

Questi sono i valori in cui credo, i principi con cui voglio collaborare per costruire il “Nuovo Mondo”.

La Visione è chiara dentro di me: in questo nuovo mondo io vedo, innanzitutto, GIOVANI, di qualunque età che mantengano dentro di sé l’entusiasmo e la gratitudine di essere vivi!
E vedo …una giovane donna e un giovane uomo autenticamente in grado di essere in relazione con se stessi e col prossimo, capaci di mettersi in discussione e trovare un modo per restare uniti anche di fronte alle inevitabili diversità di vedute, perché i punti di vista sono solo opinioni mentali, mentre l’essere che ci unisce è Uno.
Vedo una giovane donna e un giovane uomo coraggiosi che affrontano le proprie paure e confusioni, che escono dalle proprie zone di comfort e che non sono depressi, perché sanno affrontare l’ansia e trovare in sé la forza della Luce che illumina e dissolve le paure.
Sono esseri umani che sanno esprimere con fermezza le proprie idee e, quando necessario, umilmente riconoscere d’avere torto. 
Vedo questi giovani imprimere con forza Speranza alle proprie azioni, impegnandosi e perseverando anche quando tutto sembra contrario, perché quietamente assisi nel Centro di loro stessi, in unione col Tutto, avendo intuito inun balzo l’IO Sono.
Vedo giovani uomini scoprire la propria unicità e quindi la propria missione sulla terra e, sapendo che qualunque missione non esclude mai il prossimo ma che si è sempre in uno scambio fecondo e paritario con tutti gli esseri viventi, li vedo donare totalmente se stessi in piena libertà, accettando con animo imperturbato successi e fallimenti, avendo scoperto la sorgente di ogni benecheè Amore, come Santi laici e gioiosi per il nostro nuovo tempo.
Vedo giovani liberi, totalmente responsabili di ciò che accade loro, in sintonia con se stessi ed ogni essere vivente, giocare con la Vita creando incessantemente.

Sabina Micaglio, fondatrice di VitArmonica

VitArmonica nasce con l’idea di offrire uno spazio di incontro in cui vengano proposte una molteplicità di esperienze finalizzate alla realizzazione di questa visione ideale dell’uomo e del Nuovo Mondo che esiste già nei miei e negli occhi dei ragazzi di oggi.

“...Non nascondermi più, essere quello che sono. Almeno qualche minuto, dieci minuti, venti minuti, un’ora.
Trovare un luogo dove tale essere in comune sia possibile…” Jerzy Grotoswky (regista teatrale)