Monthly Archives: ottobre 2018

La Meditazione per i ragazzi – A scuola e in campus residenziali

Un corso di meditazione appositamente studiato per adolescenti, fascia d’età critica, è raro… in Italia, almeno.

Una delle proposte è quella che proponiamo da 13 anni attraverso corsi nelle scuole e campus residenziali estivi e invernali.

Ognuno dei ragazzi intervistati in questo video ci racconta la sua versione rispetto al Dove e al Qando è iniziata la sua avventura interiore. Da quanto tempo frequenta “Hogwarts e come è riuscito a intercettarne il Diretto”…

C’è chi arriva dal Liceo Orazio, chi dal liceo Aristofane, altri che non sono stati intervistati dal liceo Giulio Cesare o dal liceo Lucrezio Caro…

Vedi la lista aggiornata dei corsi scolastici effettuati in questa pagina del sito:http://www.vitarmonica.it/scuola-della-felicita.php

Molti ragazzi arrivano poi da tutta Italia per frequentare i campus residenziali che si tengono dal 2009.

Per quel che riguarda le scuole, per ora sono tutte scuole romane ma speriamo che in futuro il corso possa entrare negli Istituti secondari superiori di tutta Italia, soprattutto a seguito delle ricadute positive riscontrate grazie a dei test effettuati durante l’anno scolastico 2017/18. I miglioramenti, supportati da evidenze scientifiche, sono stati rilevati grazie a questi Test somministrati presso una delle scuole di cui sopra:

  • CAMM (Child and Adolescente Mindfulness Measure) –
  • STAI (Stati-Trait Anxiety Inventory) –
  • DERS (Difficulties in Emotion Regulation Scale).

Il corso offerto è soprattutto un percorso di meditazione sia a scuola che nei campus residenziali, ma ci si è chiesti se gli esercizi di concentrazione e rilassamento non avessero a scuola anche ricadute sul piano della: 1) Capacità di presenza a se stessi e al mondo circostante (misurata dal test CAMM) – 2) Miglioramento degli stati ansiosi (STAI) – 3) Miglioramenti nella regolazione dei propri stati emotivi (DERS).

La risposta a questi test, somministrati e studiati da psicologi in collaborazione con chi gestiva il corso, è stata assolutamente straordinaria. Si sono riscontrati miglioramenti statisticamente significativi da tutti i punti di vista presi in esame dai test.

Si può comprendere facilmente come, avere la capacità di gestire i propri impulsi emotivi in adolescenza o attivare la consapevolezza empatica nei confronti del mondo circostante (solo alcuni tra i vari risultati riscontrati dai test), possa essere un ottimo obiettivo nell’ottica, ad esempio, della gestione del bullismo di cui urge soluzione, in quanto fenomeno dilagante in questa fascia d’età (e non solo!).

Inoltre, il corso di autoconoscenza e meditazione ha dimostrato di aiutare i ragazzi a rilassarsi e a focalizzarsi, conseguendo direttamente migliori risultati scolastici. Ha attivato la capacità di attenzione e fatto crollare gli stati d’ansia legati alle performance scolastiche proprio nei momenti più intensi della vita scolastica, quando gli altri ragazzi del gruppo di controllo, che non avevano partecipato al corso, entravano in agitazione…

Un discorso particolare è invece quello legato ai campus residenziali, che come ci raccontano i ragazzi si svolgono per ora prevalentemente vicino Roma e in Sicilia. In queste situazioni, soprattutto quelle estive, il corso prende un aspetto più ludico e meno orientato alla performance.

Inoltre, durante questi corsi residenziali l’aspetto eminentemente spirituale e di ricerca interiore ha un peso maggiore… seppure nel rispetto della cultura religiosa (o anche in assenza di cultura religiosa) di ogni partecipante. Per iscriversi basta infatti essere ragazzi confusi, alla ricerca di risposte… come è naturale in adolescenza, si può partecipare al corso anche da atei. La meditazione attiene alla parte spirituale insita nell’essere umano che è libera, non riconducibile a specifiche dottrine religiose. Lo spirito appartiene a tutti, e la meditazione è la via diretta per arrivare da sé all’Intuizione di una risposta alle domande esistenziali: Chi sono io e qual’è il mio posto nel mondo.

Domande cui sembra che i ragazzi intervistati abbiano trovato un’eco positiva.

Prossimi corsi: http://www.vitarmonica.it/eventi_item.php?id=36

 

Cosa è la meditazione per i ragazzi? Una pista segreta

Uno dei ragazzi di questa seconda video- pillola ci racconta che per lui la meditazione è… una “pista segreta”, poi aggiunge:“-per ritrovarsi”. C’è un’ Altrove allora da raggiungere …per ritrovarsi? Forse sì e allora ci sarà bisogno proprio di una pista segreta.

Una bellissima metafora che registra il bisogno di magico di questa generazione cresciuta con Harry Potter. Per un ragazzo di oggi, abituato al vuoto di valori, immerso nel continuo frastuono tecnologico della festosa narcosi collettiva… FERMARSI un attimo, RESPIRARE e, serrando gli occhi, chiudere qualche istante il mondo fuori vuol dire… imboccare per direttissima il famoso binario 9 e 3/4 dell’espresso per Hogwarts!

Quante volte ho osservato lo sguardo stupito e come stravolto di ritorno dal proprio “magico” mondo interiore: Durante le prime semplici esplorazioni i ragazzi imparano a sentire cosa stanno provando, divenendo consapevoli del momento presente. E allora ecco quanta straordinaria magia vi sia nell’istante, per esempio, in cui una ragazza speciale ti guarda… o quando un professore ti interroga e lo stato di ansia si acquieta ripetendosi poche semplici paroline magiche…

Portano attenzione all’interno di sé e, rallentando, scoprono un tesoro di profondissimi misteri e stupefacenti magie: imparano per esempio che la voce incessante che sempre incolpa o sminuisce è solo una parte di me, non chi sono IO… e allora, posso decidere con la magica bacchetta dell’attenzione al momento presente di trasformare quella voce in una fonte di Luce, magari invocando un bell’incanto patronum…. !

Una pista segreta, dice questo ragazzo ma per dove?

Altri parlano di uno STRUMENTO per vivere il quotidiano accorgendosi forse, dopo aver silenziato la mente, di rimanere senza fiato per la bellezza di una busta di plastica che danza nel vento…

Qualcuno di loro quasi si arrabbia: come si fa a descrivere Hogwarts ai babbani che usano la mente per catalogare ogni cosa! I BABBANI, figli di Aristotele e Cartesio, abituati a dare un nome alle cose prima di permettersi di viverle…

La meditazione, uno strumento… per cosa? Per sentirsi, per ritrovarsi, dicono altri, scoprire talenti sconosciuti in noi e forse… scoprire la Realtà di chi siamo davvero e vivere la vita in presa diretta.

Cosa può desiderare di più un ragazzo se non salire su quell’ Espresso che per via diretta, in qualche istante di silenzio, mi catapulta a Hogwarts ? Un’Altrove dell’anima dove finalmente poter, semplicemente …Essere.

 

Info sui corsi:http://www.vitarmonica.it/eventi.php

 

 

Come tutto è iniziato… Il Corso d Autoconscenza nelle scuole e nei campus estivi.

E’ da poco on line sul canale youtube di Vitarmonica un primo video di una serie che racconta come i giovani incontrano la meditazione.
Questo primo video raccoglie brevemente le interviste di alcuni ragazzi che hanno incontrato la meditazione grazie ad un genitore che li ha mandati ad un corso residenziale estivo o tramite un corso scolastico. Con queste interviste si è cercato di indagare su quale sia stata la SPINTA che porta un ragazzo a meditare: i ragazzi intervistati cercheranno di rispondere alla domanda COME SEI ARRIVATO ad un corso di meditazione.

Sempre più spesso si sente parlare anche in Italia di meditazione per i bambini ma mai di meditazione portata agli adolescenti … eppure questa è l’età della vita nella quale maggiormente e naturalmente emerge la Domanda Esistenziale: il “chi sono io” è parte integrante della normale crescita umana in età adolescenziale. TUTTI ce lo siamo chiesti… eppure perché le Istituzioni non se ne preoccupano?
Da 14 anni ormai Sabina Micaglio entra in alcuni licei romani per portare una PRASSI affinché ogni ragazzo iscritto al corso possa giungere da solo all’intuizione di una RISPOSTA…
Il corso offerto è rigorosamente non confessionale ma ipotizza la possibilità dell’esistenza di un terzo elemento che dia senso al nostro essere su questa terra. Lo spirito. L’ipotesi di lavoro è che noi non siamo solo corpo e anima ma ANCHE spirito.
Da questa ipotesi parte il Corso di Autoconoscenza che si svolge attraverso l’esplorazione pratica dei tre livelli di percezione dell’essere umano: corpo, emozioni e mente… per autoconoscersi e volendo, superarli per giungere ad un approdo che supera il materialismo, ma solo per chi si sente pronto per… “tentare l’assalto al Sé”.

In una prima parte del corso quindi si praticheranno visualizzazioni guidate ed esercizi di rilassamento che aiutano la concentrazione e il rilassamento e che hanno portato risultati molto buoni, in termini di ricaduta sul piano degli studi… liberando la mente dai tante inutili preoccupazioni, si va meglio a scuola!

Sono anni che Sabina Micaglio osserva miglioramenti in molti aspetti della vita dei ragazzi che frequentano il corso, per questo motivo ha pubblicato nel 2014 il libro “Il fiore del silenzio, la meditazione agli adolescenti, via all’autoconoscenza”.
Lo scorso anno però sono anche stati effettuati dei test in una scuola romana che hanno dimostrato scientificamente la validità del metodo e attestato miglioramenti significativi nelle aree della consapevolezza e gestione emozionale, autostima, capacità di focusing, capacità di regolazione degli impulsi, miglioramento dell’ansia e consapevolezza del presente.

Il corso lavora anche e vorrei dire soprattutto, come “BUSSOLA ORIENTATIVA”: l’autoconoscenza porta al riconoscimento dei nostri falsi sé, le maschere che inconsapevolmente indossiamo ogni giorno, e ci mette in contatto con i nostri bisogni autentici (non indotti dall’esterno attraverso pressioni sociali e familiari..) e aiuta quindi a fare scelte autentiche, in un’età di vita in cui i ragazzi sono chiamati a dare risposte.

Il Corso di Autoconoscenza da cui arrivano tutti i ragazzi del video, viene offerto a scuola, o tramite il corso residenziale di meditazione per ragazzi che Sabina Micaglio e il suo team offrono principalmente in estate, da quest’ anno anche in inverno.

Sono corsi tenuti generalmente nelle vicinanze di Roma ma con la possibilità di essere organizzati anche in altre parti d’Italia.